GPL e Metano a confronto: ecco quale scegliere

Pubblicato da Eleonora Candini on 15-gen-2020 17.28.11

Due alimentazioni ecologiche, GPL e Metano, non colpite dai blocchi della circolazione. Per questo motivo sono sempre di più le persone che si spostano verso questa scelta, ma qual è la più corretta? Mettiamo a confronto Metano e GPL.

GPL o Metano

GPL e Metano: le differenze

Una prima differenza è nell'estrazione del carburante; il metano, infatti, è estraibile direttamente dai pozzi naturali, mentre il GPL (Gas di Petrolio Liquefatti) deriva dal processo di estrazione del gas e dalla lavorazione del greggio.

In generale, poi, le differenze si trovano nelle emissioni: se con il metano si emette circa il 20% in meno di anidride carbonica rispetto a un modello equivalente a benzina, con il GPL le emissioni di anidride carbonica rispetto all'equivalente a benzina si riducono del 10%. 

Un terzo elemento distintivo si trova nelle bombole che differiscono per capienza, caratteristiche e parametri fisici. Se il GPL è contenuto in bombole a una pressione di 15 volte superiore alla pressione atmosferica, il metano è compresso a 200 bar, quindi 200 volte superiore alla pressione della superficie terrestre.

Inoltre, se è vero che entrambe godono di vantaggi e agevolazioni sia all'acquisto che nella circolazione, anche in ZTL, al GPL non è permessa la sosta nei parcheggi sotterranei per questioni di sicurezza.

La presenza capillare di distributori forniti di GPL anche sulle autostrade italiane, al contrario dei distributori di metano, scarsamente presenti al meridione, rende il primo carburante una scelta migliore rispetto al secondo per chi ha necessità di viaggiare molto in tutta la penisola.

Infine, la differenza più evidente è nella capacità di carico delle auto su cui sono montate le bombole di metano e GPL. Nel primo caso, infatti, le bombole di forma cilindrica riducono notevolmente la capacità di carico, al contrario delle bombole del GPL che è possibile trovarle a forma di ciambella, posizionate al posto della ruota di scorta, senza intaccare la capacità del baule.

GPL e Metano: i costi

Quando si parla di bombole, il primo aspetto da tenere in considerazione sono i costi di gestione. Poiché il metano richiede una compressione di molto maggiore rispetto al GPL, ciò comporta anche costi di gestione superiori dovuti alla manutenzione più complessa, necessari al fine di mantenere gli standard di sicurezza. 

Parlando di consumi, invece, la situazione si ribalta. Prendendo come riferimento una distanza di 30.000 km, con un'auto a metano la spesa da sostenere è di circa 2.500 , mentre con il GPL si spende poco più di 3.200 €

Un riepilogo

  METANO GPL
Estrazione del carburante Si trova in natura Necessità di una lavorazione
Emissioni rispetto al benzina Ridotte del 20% Ridotte del 10%
Stazioni di rifornimento Difficile reperibilità in autostrada e al sud Italia Presenza massiccia anche in autostrada
Accesso a parcheggi sotterranei No
Compromissione della capacità di carico Sì a causa della forma cilindrica delle bombole Non sempre, è possibile posizionare le bombole al posto della ruota di scorta
Costi di gestione Alti a causa della complessa manutenzione delle bombole Minori, anche se è necessaria la manutenzione alle bombole
Costo del carburante circa 0,99 € per kg circa 0,68 € per litro
Costo per 30.000 km percorsi circa 2.500 € poco più di 3.200 €

 

Scarica la guida all'acquisto di un'usata

Categorie

Vedi Tutte

Iscriviti alla NewsLetter 🚗

 La missione della Euro Target è quella di creare un tipo di mercato differente da quello solito per le automobili, questo perché siamo sicuri che il solito rapporto cliente/concessionario non può offrire al cliente un soddisfacente rapporto Qualità/Prezzo, nel mercato dell’auto solo e soltanto se si ottiene un ottimo rapporto qualità/prezzo si parla di un vero affare!

La nostra missione è dunque quella di cercare ed offrirvi solamente veri affari!

 

ricerca auto km0

ricerca auto semestrali next top quality come nuove

ricerca auto usate garantite

Articoli Recenti